Motor show di Bologna, Gazebo Flash corre sulle onde di Rally Dreamer


Motor show di Bologna, Gazebo Flash corre sulle onde di Rally Dreamer

È uno degli eventi da sempre più attesi dagli appassionati delle quattro ruote, anzi è l’evento. Perché nonostante la pausa di un anno, a dispetto delle crisi vissute negli ultimi tempi tra abbandoni e rinunce, il Motor Show di Bologna non smette mai di deludere e di attrarre visitatori e curiosi. Ritorna finalmente, tra i padiglioni di BolognaFiere, la kermesse tutta dedicata alle automobili e a ciò che le circonda: dalla tecnologia alle competizioni. I cancelli si sono aperti il 3 dicembre per chiudersi domenica 11. Sette giorni di adrenalina e anteprime tutte da scoprire e vivere. Tante le novità di questa rinnovata e rombante manifestazione che da anni è punto di riferimento del settore automobilistico. Anche noi di Gazebo Flash siamo fieri di partecipare a questo importante appuntamento, ospiti della trasmissione Rally Dreamer in onda su Sport Italia e Sky. Dal padiglione 36, stand 35, su una superficie di ben 120 mq siamo pronti ad accogliere i tantissimi curiosi nel nostro gazebo per parlare con loro dei nostri prodotti e della comune passione per i motori.

Rally Dreamer Gazebo Flash

Una passione che ci ha portato a Bologna per festeggiare tutti insieme un compleanno importante. Quest’anno, infatti, il Motor Show spegne ben 40 candeline e non è mai stato così giovane e vigoroso grazie a 12 anteprime nazionali, 300 auto in mostra e oltre 200 espositori su una superficie di ben 80mila mq. Nove i padiglioni, 7 aree e 86 auto per i test drive, 3 piste esterne, una coperta per i gokart. E ancora: 7 musei italiani, 10 collezioni private e i registri storici di marca con 117 modelli eccezionali sistemati a Passione Classica, il nuovissimo padiglione dedicato alla cultura italiana dell’heritage che presenta la storia dell’automobile attraverso autentici capolavori. Numerosi anche i top manager delle più importanti case automobilistiche che presenteranno gli ultimi modelli dei loro storici marchi.

E quest’anno il Salone dei motori conquista anche il centro cittadino. Fino a domenica sarà infatti possibile vedere dal vivo alcuni modelli di auto, ospitati nei cortili dei palazzi della città: da palazzo Marsigli, a palazzo Rusconi, Salina Brazzetti, Zambeccari e molti altri ancora. Al quartiere fieristico invece sono in programma convegni, gare sportive, test drive per un totale di 43 case automobilistiche ospitate. Si parte dalla storica Area 48, quest’anno Motul Arena, che quotidianamente fa da colonna sonora dell’evento, culminando domenica 11 dicembre con le finali del Memorial Bettega. All’ombra delle torri del Fiera District, è presente il Quadriportico dove quest’anno emerge una gigantesca Smart alta più di 6 metri ai piedi della quale debutta in prima mondiale la Smart forfood firmata da Davide Oldani.

Nei padiglioni che accolgono le auto di serie, si possono poi ammirare tutte le novità che arrivano dai marchi del Gruppo Fca, le ultime creazioni di Renault e Dacia, la nuovissima C3 di Citroën, i Suv 3008 e 5008 di Peugeot, le ibride, anche 4Wd, di Mitsubishi e le Amg di Mercedes. Non mancano altri marchi di lusso come Lamborghini, Pagani, Zagato, Italdesign, Pinifarina, Effeffe, Noble, McLaren e Bentley. Eccezionali anche le esperienze che si possono fare a bordo dei Suv di Land Rover su un percorso off-road realizzato all’interno della Fiera.

E oltre a osservare le novità esposte, il pubblico potrà assistere anche a una serie di eventi e competizioni sportive organizzate da Aci Sport. Come quella dell’8 dicembre quando in pista scenderanno i protagonisti dei rally: Fabio Andolfi, il ventitreenne che ha disputato due gare di Campionato del Mondo al volante della Hyundai I20 New Generation e che nel 2017 sarà sulla vettura coreana nella serie iridata, e il nove volte Campione Italiano Paolo Andreucci sulla Peugeot 208 T16. Le grandi emozioni proseguiranno sabato 10 e domenica 11 dicembre con le sfide del Trofeo Italia Rally Autostoriche, dove svetta il nome di “Luky” Luigi Cannizzaro sulla leggendaria Lancia Delta Integrale 16 V.